Tentativi di rimozione e di violazione nel processo di nation building della Tunisia. Il caso dell’Islam devozionale

 

Leila El Houssi, Tentativi di rimozione e di violazione nel processo di nation building della Tunisia. Il caso dell’Islam devozionale, Ricerche Storiche, ANNO XLVIII - Numero 1, Ospedaletto (PI): Pacini Editore, Gennaio-Aprile 2018

 

All’indomani del rovesciamento del regime di Ben Alì (1987-2011), le elezioni per l’assemblea costituente (ottobre 2011) decretano la vittoria del partito Ennahda che pur rappresentando, un nuovo modello di Islam politico assente in altri contesti, ha rivendicato con forza il legame tra religione e identità del popolo tunisino. Per Ennahda, la laicità intesa in senso occidentale sarebbe stata un’imposizione dall’esterno, mentre è l’Islam a costituire il tradizionale e fondamentale punto di riferimento normativo della società. Le tensioni tra il fronte laico e il governo non sono le uniche ad aver prodotto un inasprimento del clima sociale della Tunisia. Ulteriori inquietudini sono state provocate dalle correnti legate all’estremismo salafita (la salafīya, da salaf, “antenato”) d’ispirazione wahabita, sostenute dai paesi del Golfo come il Qatar e l’Arabia Saudita, che aspirano a un ritorno all’Islam originario con l’applicazione della Shari’a. Essa afferma la predicazione di un Islam “autentico” che si oppone fermamente a forme di un Islam parallelo a quello istituzionale, come quello delle confraternite religiose che hanno sviluppato dal basso una religiosità profondamente legata al culto dei Santi (walī) e delle Sante (lāllā), svolgendo nel corso dei secoli una funzione socioreligiosa estremamente preziosa. È noto come in questa regione, questi Santi che da vivi erano venerati e ascoltati, una volta morti le loro tombe fungono da santuario e da luogo di incontro e vengono visitate periodicamente in occasione del compleanno del Santo che rappresenta il punto di riferimento di una confraternita che ha, nei luoghi di presenza, una o più zâwiya, che fungono anche da luogo di accoglienza e di rifugio.

 

 

Il testo fa parte del kit formativo L'Islam nei paesi del M.E.N.A. realizzato da Leila El Houssi. Vai al kit...

 

Tags:
Geotags:
Anno Pubblicazione:
2018
Numero di pagine:
14
Autore:
Leila El Houssi
Data Creazione:
Dom, 13/09/2020 - 20:44