Riforma liturgica conciliare

 

Il kit sulla riforma liturgica conciliare è stato realizzato grazie alla collaborazione di Massimiliano Proietti, impegnato a sviluppare un progetto di ricerca riguardante l’applicazione della riforma liturgica avviata dal Concilio Vaticano II presso la Fondazione per le scienze religiose. Il kit inquadra il tema della riforma liturgica operata con il Concilio Vaticano II tramite alcuni contributi alla riflessione tratti da pubblicazioni edite dall'Istituto Treccani o presenti su Pars, propone il testo integrale della riforma liturgica conciliare, ed è arricchito da alcuni video e approfondimenti che conducono la riflessione fino all'odierna quotidianità concludendosi con recenti dichiarazioni di Papa Francesco

 

Data Creazione:
Mer, 09/12/2020 - 21:48
1

La riforma liturgica conciliare

 

Per iniziare leggi la voce Liturgia in pubblicata nella IV Appendice dell'Enciclopedia Italiana (1979) disponibile oggi su treccani.it

 

Nel solco del movimento liturgico s'inserisce la riforma liturgica che Pio XII aveva avviato con la creazione di una commissione speciale per la revisione dei libri liturgici (1947). Di quest'opera di restaurazione gli ultimi documenti avviati da Pio XII furono il codex rubricarum e la semplificazione del libro II del Pontificale Romano, pubblicati rispettivamente nel 1960 (luglio) e 1961 (aprile) da Giovanni XXIII.

 

Continua a leggere su treccani.it...

 


Consigli di lettura...

Si invita alla lettura dei primi undici capitoli del volume di Annibale Bugnini, La riforma liturgica (1948-1975).

Puoi consultare la scheda del libro tra i consigli di lettura di Pars. Vai alla scheda di La riforma liturgica...

Data: 25 Novembre 2020
2

Culti e liturgie cristiane

Data: 12 Giugno 2018
Numero pagine: 12
Autore: Andrea Grillo
Anno Pubblicazione: 2010
3

La costituzione liturgica del Concilio Vaticano II

 

Il sito ufficiale della Santa Sede, vatican.va, propone la versione italiana del testo della costituzione liturgica conciliare, Sacrosanctum concilium, promulgata il 4 dicembre 1963,

 

Il sacro Concilio si propone di far crescere ogni giorno più la vita cristiana tra i fedeli; di meglio adattare alle esigenze del nostro tempo quelle istituzioni che sono soggette a mutamenti; di favorire ciò che può contribuire all'unione di tutti i credenti in Cristo; di rinvigorire ciò che giova a chiamare tutti nel seno della Chiesa. Ritiene quindi di doversi occupare in modo speciale anche della riforma e della promozione della liturgia.

 

Continua a leggere la costituzione liturgica del Concilio Vaticano II su vatican.va...

 

Data: 25 Novembre 2020
4

La riforma liturgica in Italia

Per un approfondimento riferito alla riforma liturgica in Italia, consulta il contributo Storia della messa in Italia pubblicato da Treccani nel testo a cura di Manlio Soldi Cristiani d’Italia (2011), disponibile su treccani.it

 

Nel contesto della vita vissuta in Italia la storia della messa presenta pagine di grande interesse, perché nell’arco di venti secoli mai c’è stato un periodo di vita liturgica così variegato, al riguardo, come quello che va dal 1861 al 2011. Per la storia della principale manifestazione di culto dei cristiani il 1861 non è una data particolarmente significativa, ma solo un terminus a quo per lo specifico obiettivo di questo contributo.

 

Continua a leggere Storia della messa in Italia su treccani.it...

 

Data: 25 Novembre 2020
5
6

Giacomo Lercaro, il cardinale destituito

 

Il cardinale Giacomo Lercaro, arcivescovo di Bologna, fu presidente del Consilium ad exsequendam constitutionem de Sacra Liturgia, la commissione istituita dal Paolo VI nel 1964 per l’applicazione della costituzione liturgica conciliare, Sacrosanctum concilium. Una puntata del programma Rai Passato e Presente ricostruisce gli avvenimenti che precedettero e seguirono la rimozione di Lercaro dalla cattedra bolognese e dalla presidenza del Consilium segnò un punto di svolta nella storia della riforma conciliare.

 

Guarda Giacomo Lercaro, il cardinale destituito su raiplay.it...

 

Data: 25 Novembre 2020
7

La ricezione della riforma

 

 L’iter di ricezione della riforma liturgica è stato complesso, e ancora oggi rimane un tema centrale nel dibattito ecclesiale. La critica (e il rifiuto) della riforma liturgica, infatti, è uno degli elementi della contestazione nei confronti del concilio Vaticano II. Anche i pontefici hanno assunto un atteggiamento diverso nei confronti della riforma. Per un approfondimento, si rimanda al contributo di Massimo Faggioli, La riforma liturgica conciliare e la sopravvivenza del Vaticano II: a proposito del “dialogo” coi lefebvriani, in «HORIZONTE - Revista de Estudos de Teologia e Ciências da Religião»

 

Nel mondo contemporaneo celebrare gli anniversari è un tipo speciale di “liturgia pubblica”, spesso adoperata per ricordare i fatti e gli eventi che sono rilevanti solo per un certo tipo o categoria di persone, e del tutto irrilevanti o a ddirittura fastidiosi per tutti gli altri. Questo fenomeno della vita moderna ci invia una nota di cautela, se si considera che negli anni 2012- 2015 ricorre il cinquantesimo anniversario del concilio Vaticano II (1962-1965). Tuttavia, non è meno vero che gli anniversari sono stati, negli ultimi decenni, occasioni importanti per la chiesa cattolica per ricordare e ri-comprendere il concilio convocato da Giovanni XXIII.

 

Continua a leggere La riforma liturgica conciliare e la sopravvivenza del Vaticano II su periodicos.pucminas.br....

 

Data: 25 Novembre 2020
8

Papa Francesco: la riforma liturgica è irreversibile

Data: 25 Novembre 2020