Tolleranza religiosa

Contenuti correlati a "Tolleranza religiosa"

Il Patto educativo globale

Il Patto educativo globale, speranza per il futuro

 

Lo scorso 13 ottobre si è svolta presso la Pontificia Università Antonianum di Roma, la tavola rotonda «Il villaggio dell’educazione», che si inserisce nel dibattito sul Patto educativo globale promosso da Papa Francesco nel suo «Messaggio per il lancio del patto educativo» del 12 settembre 2019. La tavola rotonda, curata dall’università Lumsa e dalla Pontificia Accademia Mariana, ha visto fra i relatori: padre Cecchin, o.f.m., presidente della Pontificia Accademia Mariana Internazionale; padre Vidales, o.f.m, rettore della stessa università francescana; l’arcivescovo Zani, segretario della Congregazione per l’educazione cattolica; i ministri italiani Manfredi (Miur) e Bonetti (Pari opportunità e famiglia); De Palo (Forum famiglie); il dottor d’Andrea (Rondine - Cittadella della pace); il presidente del CdA della Lumsa, il cardinale Lajolo; il Segretario Generale della Grande Moschea di Roma di Roma, Abdlellah Redouane; l’imam della Grande Moschea di Roma, Nader Akkad e il sindaco di Roma, Raggi. A coordinare l’incontro, don Giovanni Emidio Palaia, docente di Teologia morale all’università Lumsa di Roma

 

Continua a leggere su osservatoreromano.va...
 

Data: 19 Ottobre 2020

Giornalisti e comunicatori cristiani contro l’hate speech

Giornalisti e comunicatori cristiani contro l’hate speech

 

L’Associazione Mondiale per la Comunicazione Cristiana ha diramato il suo nuovo rapporto dedicato al contrasto dell’odio online
In occasione della conferenza stampa di presentazione (avvenuta il 13 ottobre) il pastore Arni Danielsson, a capo della comunicazione della Federazione luterana mondiale (Flm), ha definito questo nuovo strumento «un lavoro meticoloso e prezioso perché evidenzia l’impegno delle chiese nello spazio pubblico».
Il Rapporto, curato dalla Wacc Europea, s’intitola «Abbattere i muri e le divisioni nei social media. Una guida per individui e comunità per affrontare l’odio online».

 

Continua a leggere su riforma.it...
 

Data: 19 Ottobre 2020

«L’emiro dell’umanità»

«L’emiro dell’umanità» unisce il mondo arabo

 

In un tempo in cui Medio Oriente e Nord Africa sono segnati in profondità dalla spaccatura geopolitica che oppone il fronte a guida turco-qatarina, favorevole all’Islam politico, e il blocco saudita-emiratino, più incline all’autoritarismo anti-islamista, sono poche le figure che riescono a sottrarsi alla logica della polarizzazione. Una di queste è stato lo shaykh Sabāh al-Ahmad al-Sabāh, l’emiro che ha guidato il Kuwait per quattordici anni svolgendo, in più di un’occasione, il ruolo di mediatore tra le parti.

 

Continua a leggere su oasiscenter.it...
 

Data: 19 Ottobre 2020

Cina e Vaticano

Cina e Vaticano a due anni dall’accordo sulla nomina dei vescovi
Intervista a Francesco Sisci, docente della Renmin University di Pechino

 

Lo scorso 22 settembre sono trascorsi due anni dalla firma dell’accordo provvisorio sino-vaticano sulle nomine episcopali. Da allora il dialogo tra il governo cinese e la Santa Sede ha portato al riconoscimento congiunto di nove vescovi, mentre le relazioni bilaterali hanno intrapreso un processo di normalizzazione culminato lo scorso febbraio nell’incontro tra il ministro degli Esteri cinese Wang Yi e monsignor Paul Richard Gallagher, segretario per i Rapporti con gli Stati della Santa Sede, in occasione della Conferenza sulla sicurezza di Monaco 2020. Non sono stati due anni facili.

 

Continua a leggere su atlante il magazine di treccani.it...
 

 

Data: 19 Ottobre 2020

Sul tema della presenza dell’Islam in Francia

Erdogan attacca Macron sul tema della presenza dell’Islam in Francia

 

Recep Tayyip Erdogan ha fortemente criticato martedì 6 ottobre Emmanuel Macron per la legge sul separatismo religioso; il presidente turco si erge a difesa dell’Islam e accusa Macron di atteggiamento «colonialista». Il progetto di legge Darmanin-Schiappa, voluto fortemente dal presidente francese, tende a inserire le pratiche religiose, in particolare l’Islam, nelle regole dell’ordinamento laico e repubblicano, contrastandone l’uso politico soprattutto se radicale e indirizzato da paesi stranieri.

 

Continua a leggere su atlante, il magazine di treccani.it...
 

Data: 12 Ottobre 2020

L’islam francese

L’islam francese alla ricerca di un nuovo modello

 

Il Governo francese all’ascolto dei musulmani: nell’arco di soli tre giorni, le principali rappresentanze islamiche del paese sono state ricevute a varie riprese dalle autorità dello Stato per evocare le sfide che deve affrontare l’islam in Francia, in particolare la gestione territoriale delle moschee e il finanziamento del culto, mentre il presidente della Repubblica annunciava il suo intento di avviare una vasta riflessione in vista di una legge contro «i separatismi» che dovrebbe essere presentata in Parlamento a novembre.

 

Continua a leggere su osservatoreromano.va...

 

Data: 28 Settembre 2020

Il dramma dei profughi rohingya

Il dramma dei profughi rohingya

 

Lunedì 7 settembre 297 migranti rohingya che vagavano in mare da mesi sono stati portati in salvo in Indonesia, a Lhokseumawe, nella parte occidentale del Paese. Secondo quanto spiega Amnesty International, non è il governo indonesiano a occuparsi dei salvataggi, ma imbarcazioni private di pescatori. Anche a giugno i pescatori della regione avevano salvato un centinaio di rohingya, i quali, in fuga dal Myanmar per evitare le persecuzioni e dal Bangladesh per sfuggire ai campi profughi, cercano rifugio in altri Paesi del Sud-Est asiatico, spiega il Guardian.

 

Continua a leggere su oasiscenter.eu...
 

Data: 21 Settembre 2020

Islamofobia in Europa e in Italia

Islamofobia in Europa e in Italia
 

Con il termine islamofobia si intende l’ostilità, la paura o l’odio verso l’Islam, i musulmani e la cultura islamica in maniera pregiudiziale, e di conseguenza la discriminazione più o meno attiva nei confronti di gruppi o individui riconducibili all’islam. L’islamofobia così definita fa parte dei cosiddetti hate crime e si manifesta attraverso atteggiamenti e comportamenti individuali, ma anche a livello istituzionale.
Gli attacchi terroristici dell’11 settembre 2001 e quelli che si sono succeduti a Londra (2005), Parigi (2012, 2013, 2014, 2015, 2016, 2017, 2018), Bruxelles (2014, 2016, 2017, 2018) e Barcellona (2017) hanno modificato drasticamente, in negativo, l’opinione pubblica nei confronti dell’islam e dei musulmani. Molti media hanno diffuso notizie basandosi su stereotipi che di fatto stigmatizzano le popolazioni musulmane sulla base dell’operato di gruppi terroristici, influenzando di fatto l’opinione pubblica.

 

Continua a leggere su confronti.it...
 

Data: 14 Settembre 2020

Un’altra chiesa diventa moschea

Un’altra chiesa diventa moschea per ordine di Erdogan

 

La chiesa medievale di San Salvatore in Chora (Kariye in turco), diventata Museo Kariye dopo la seconda guerra mondiale, è stata convertita in moschea con un decreto del presidente turco Recep Tayyip Erdogan firmato il 21 agosto, che conferma la sentenza del Consiglio di Stato dello scorso 19 novembre che ha annullato la decisione con cui fu istituito il museo nel 1945.
La chiesa, famosa per i suoi mosaici di epoca bizantina e patrimonio dell’Unesco, risale al IV secolo e fu costruita sotto Costantino il Grande. Divenne una moschea dopo la conquista ottomana di Costantinopoli nel 1453. Dal 1945 è un museo. Il decreto del presidente turco prevede l’affidamento alla Diyanet, la Direzione turca per gli affari religiosi.

 

Continua a leggere su riforma.it...
 

Data: 31 Agosto 2020