Politica

Contenuti correlati a "Politica"

Verso il dialogo interreligioso

Piccoli passi politici verso il dialogo interreligioso
Il Comitato Interfedi di Torino è diventato ufficialmente organo consultivo della città

 

In occasione delle Olimpiadi invernali del 2006 che si svolsero a Torino, in città venne istituito il Comitato Interfedi, presieduto da Valentino Castellani, che unisce in un tavolo di confronto diversi rappresentanti delle confessioni religiose presenti sul territorio. Si tratta di un'istituzione comunale che in questi anni ha già rappresentato un organo importante per la città ma che in questi giorni ha visto riconosciuto il suo ruolo in maniera più formale. È diventato infatti a tutti gli effetti un organo consultivo della città. Significa che il parere del Comitato entra in gioco su alcune questioni che possono riguardare il rapporto tra le fedi e la città, per esempio nella gestione della sepoltura e della morte, e delle varie sensibilità in relazione a questo aspetto della vita.

 

Continua a leggere su riforma.it...
 

Data: 30 Dicembre 2020

Islam politico, divisioni e coraggio

Islam politico, divisioni e il coraggio di sfidare il potere. L’eredità della Primavera araba 10 anni dopo

 

Nell’interconnessione di una serie di eventi e proteste che hanno avuto un carattere eterogeneo in tutta la Regione, con esiti e conseguenze mai uguali, oggi il Medio Oriente, e in particolare il mondo arabo, è un mondo «diverso, anche se in superficie non sembra», spiega a Open Matteo Colombo, Pan-European Junior Fellow dell’ ECFR e Associate Research Fellow ISPI. «Sono cambiamenti che si può far fatica a vedere perché si trovano sotto la superficie».
Nel 2015 la giuria del Nobel per la pace consegnò il premio al Quartetto del dialogo nazionale tunisino. Un riconoscimento agli sforzi di un Paese indicato, spesso, come l’unico che sia riuscito ad avere una transizione democratica dopo le proteste iniziate del 2010. «Sicuramente, proprio guardando al caso tunisino, una delle grandi eredità della primavera araba è l’ascesa dell’Islam politico. Partiti una volta estromessi sono entrati a pieno titolo nell’arena politica». È il caso del partito islamista Ennahda che con 54 deputati detiene la maggioranza in parlamento.

 

Continua a leggere su open.online...
 

 

Data: 22 Dicembre 2020

Islam e Occidente

 

Islam e Occidente. La formazione degli stati nazionali in Medio Oriente. Le conseguenze in termini politici e religiosi, 2020

 

3 gennaio 1916

Mark Sykese François Picotfirmano un accordo nel quale alla Gran Bretagna viene riconosciuta influenza esclusiva nel basso Iraq e nei territori arabi della Mezzaluna fertile dalla Palestina al Golfo persico. Alla Francia viene riconosciuta influenza esclusiva dalla Siria al Libano sino a Mosul, nell’alto Iraq.

 

Anno pubblicazione: 
2020
Numero di pagine: 
28
Autore: 
Leila El Houssi
Data: 04 Ottobre 2020

Assad annuncia una nuova Ayasofya in Siria

Assad annuncia una nuova Ayasofya in Siria

La trasformazione da museo a moschea di Ayasofya, a Istanbul, ha fatto discutere sin dai primi annunci ed è diventata realtà venerdì 24 luglio. Quel giorno, infatti, si è tenuta la prima preghiera islamica pubblica dopo la riconversione...

Eppure, anche tra i Paesi a maggioranza musulmana la decisione è stata accolta in modo non univoco, soprattutto per ragioni politiche.
Proprio per questo, e alla luce dell’alleanza che da anni tiene insieme Mosca e Damasco, il presidente siriano Bashar al-Assad ha annunciato lunedì 27 luglio la costruzione di una replica in miniatura di Ayasofya.

Continua a leggere su riforma.it...
 

Leggi anche "Santa Sofia moschea divide il mondo musulmano" su oasiscenter.eu...
 

Data: 04 Agosto 2020

I Fratelli musulmani in Giordania

I Fratelli musulmani in Giordania: regola o eccezione?

Lo scioglimento dei Fratelli musulmani giordani suggerisce che il loro destino è simile a quello di altri movimenti islamisti in Medio Oriente. Ma questa conclusione non tiene conto della storia particolare degli Ikhwān in Giordania. Un’analisi dei rapporti tra i Fratelli musulmani e il regime hascemita.

Continua a leggere su oasiscenter.eu...

Data: 04 Agosto 2020

La sinistra ebraica contro l’annessione

La sinistra ebraica contro l’annessione

Dall’anno scorso è in atto un tentativo di dare vita ad un rete mondiale dell’ebraismo progressista: l’erosione della democrazia in Israele, la negazione dei diritti dei palestinesi a un’esistenza indipendente, le spinte minacciose verso l’annessione di parti della Cisgiordania, la marea montante di intolleranza e pulsioni antisemite in più Paesi del mondo rendono urgente un’azione comune.

Leggi la notizia su confronti.net...
 

Per sapene di più:

Leggi su mosaico-cem.it "Le reazioni all'annessione da parte di Israele"...
 

 

Data: 14 Luglio 2020