Islamofobia

Contenuti correlati a "Islamofobia"

Mussulmani buoni e mussulmani cattivi

David Brophy: Mussulmani buoni e mussulmani cattivi nel Xinjiang

 

Presentiamo qui il secondo articolo della serie sul Xinjiang, pubblicato originariamente il 9 luglio 2019 su Made in China Journal con il titolo “Good and Bad Muslims in Xinjiang” e quindi pubblicato in italiano su Dinamopress lo scorso 11 gennaio per la traduzione di GioGo.
Una vasta rete di campi d’internamento pronti per chi abbia dato il minimo segno di “estremismo”, dove, stando ad alcuni ex-detenuti, i mussulmani sono spinti ad abiurare. Chiusura e demolizione di moschee e occhiuta sorveglianza di quelle ancora aperte. Restrizioni severe all’osservanza del ramadan, sufficienti a dissuadere i fedeli più tiepidi. Sono alcuni dei capi d’accusa rivolti contro il repulisti antislamico della Repubblica Popolare di Cina, che secondo alcuni attivisti costituirebbe una vera e propria messa al bando della religione islamica. Le autorità si sono indignate e si sono stupite, rispondendo che stanno solo applicando le norme internazionali per la repressione del terrorismo e della radicalizzazione.

 

Continua a leggere su sinosfere.com...
 

Leggi anche il primo articolo della serie sul Xinjiang pubblicato su sinosfere.com, Darren Byler: Prigioni all’aria aperta. Sorveglianza preventiva e imprigionamento delle comunità nel nord ovest della Cina...
 

 

Data: 03 Febbraio 2021

Islamofobia in Europa e in Italia

Islamofobia in Europa e in Italia
 

Con il termine islamofobia si intende l’ostilità, la paura o l’odio verso l’Islam, i musulmani e la cultura islamica in maniera pregiudiziale, e di conseguenza la discriminazione più o meno attiva nei confronti di gruppi o individui riconducibili all’islam. L’islamofobia così definita fa parte dei cosiddetti hate crime e si manifesta attraverso atteggiamenti e comportamenti individuali, ma anche a livello istituzionale.
Gli attacchi terroristici dell’11 settembre 2001 e quelli che si sono succeduti a Londra (2005), Parigi (2012, 2013, 2014, 2015, 2016, 2017, 2018), Bruxelles (2014, 2016, 2017, 2018) e Barcellona (2017) hanno modificato drasticamente, in negativo, l’opinione pubblica nei confronti dell’islam e dei musulmani. Molti media hanno diffuso notizie basandosi su stereotipi che di fatto stigmatizzano le popolazioni musulmane sulla base dell’operato di gruppi terroristici, influenzando di fatto l’opinione pubblica.

 

Continua a leggere su confronti.it...
 

Data: 14 Settembre 2020

A New Delhi i musulmani sono costretti a vivere nella paura

A New Delhi i musulmani sono costretti a vivere nella paura

Le proteste contro la nuova legge sulla cittadinanza che discrimina i musulmani, organizzate a New Delhi e in altre città dell’India, avevano dato ai cittadini indiani la speranza di avere una legittimità democratica, morale e intellettuale nel mettere in discussione leggi approvate dal governo. Ma le rivolte antimusulmane avvenute nella capitale tra il 24 e il 26 febbraio hanno distrutto questa speranza.
La nuova legge (Citizenship amendment act, Caa), che garantisce una corsia preferenziale alla cittadinanza indiana ad alcune minoranze religiose ma, fatto fondamentale, non ai musulmani, è stata vista da avvocati, attivisti e intellettuali, oltre che dalla comunità musulmana, come restrittiva e contraria al principio di uguaglianza sancito dagli articoli 14 e 15 della costituzione.

Leggi l'articolo su internazionale.it...

Puoi scoprire di più sull'islamofobia con il kit-formativo di Pars Blasfemia II

 

Fotografia:Un uomo viene picchiato durante gli scontri contro la legge sulla cittadinanza, New Delhi, India, 24 febbraio 2020. (Danish Siddiqui, Reuters/Contrasto)

Data: 10 Marzo 2020

Intervista a Milena Santerini

Intervista a Milena Santerini: “Io spero che voi mi aiutiate, e io ovviamente aiuterò voi”

Milena Santerini, nata a Roma nel 1953, è docente di Pedagogia presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, vicepresidente della Fondazione Memoriale della Shoah di Milano e componente del Consiglio Didattico Nazionale della Fondazione Museo della Shoah di Roma. Come scrive nel suo sito internet, “considera necessario vincere i processi di discriminazione contro i più deboli e le minoranze contrastando razzismo, antisemitismo, islamofobia, antigitanismo”. Già deputata alla Camera nella XVII Legislatura nel gruppo Demos-Centro Democratico, lo scorso 16 gennaio è stata nominata dal Governo Conte per il delicato ruolo di Coordinatrice Nazionale per la lotta contro l’Antisemitismo. Per questa intervista esclusiva rilasciata ai ragazzi dell’Unione Giovani Ebrei d’Italia, si è discusso del crescente odio antisemita in Italia, della trasmissione della Memoria e di molto altro.

Leggi l'intervista su ugei.it...

 

 

Data: 03 Marzo 2020

India, Ayodhya è indù

La corte suprema indiana, con un'attesissima sentenza, ha messo fine a una disputa decennale tra induisti e musulmani, attribuendo ai primi l'area di Ayodhya, luogo sacro della città dell'Uttar Pradesh. Il premier Narendra Modi, in un tweet, ha scritto che la decisione non deve essere vista da nessuno come una vittoria o una sconfitta e che l'armonia deve prevalere. La zona da giorni era presidiata dalle forze dell'ordine, per evitare nuovi scontri tra le due comunità.

Vai alla notizia pubblicata sul sito della Radiotelevisione svizzera...

Data: 12 Novembre 2019