Filosofia della religione

Contenuti correlati a "Filosofia della religione"

La verità e i suoi limiti nell’Induismo

La verità e i suoi limiti nell’Induismo

Incontro online con Alberto Pelissero, docente di Filosofie e religioni dell'India e dell'Asia centrale presso l'Università di Torino, che presenta il suo ultimo libro, La verità e i suoi limiti nell'Induismo.

 

Un'antologia di brani, tradotti dall'autore, riguardanti temi legati ai valori di verità e nonviolenza nel mondo indiano e al loro rapporto delicato e spesso problematico. Sono gli stessi testi a parlare, dalle Upanishad agli Yogasutra, dal Mahabharata alla Manusmrti. I testi esaminati, attraverso i loro commentatori, dialogano tra loro affrontando temi spinosi di carattere etico.

 

Guarda l'incontro su induismo.it...
 

 

Data: 09 Novembre 2020

Massimo Campanini - Per un approccio filosofico al Corano

Massimo Campanini, docente di Cultura e Civiltà Islamica presso l'Università Vita-Salute San Raffaele a Milano, presenta il Corano secondo una prospettiva filosofica, invitato a parlare di fronte al pubblico della Fondazione Scienze Religiose Giovanni XXIII di Bologna.

 

Data: 01 Agosto 2020

Peter Adamson - Philosophy in the Islamic World

Il prof. Peter Adamson, docente di Filosofia presso il King's College a Londra e la Ludwig Maximilian University a Monaco, presenta i contenuti del suo libro Philosophy in the Islamic World: A Very Short Introduction  (2015) al pubblico di Talks at Google (in lingua inglese)

Sinossi di Philosophy in the Islamic World: A very Short Introduction

Data: 01 Agosto 2020

Spontaneo 自然 è il modo del dao. Narrazioni della natura fra tradizione e modernità

In cinese moderno il termine per indicare la natura, intesa come “sistema totale degli esseri viventi, animali e vegetali, e delle cose inanimate che presentano un ordine, realizzano dei tipi e si formano secondo leggi” (Treccani), è daziran 大自然. Si tratta di un termine moderno, entrato nell’uso con questa connotazione alla fine del XIX secolo, per quanto ispirato a una concezione antica del mondo naturale. Ziran letteralmente significa “esseretale di per sé” e, quando si riferisce all’ordine naturale del cosmo, è spesso tradotto con “spontaneità” o “naturalezza”. Per quanto non sia un termine squisitamente daoista, ricorrendo con connotazioni diverse anche negli scritti legalisti e di altri filosofi, è indubbio che ziran rappresenta uno dei concetti centrali del Laozi, del Zhuangzi e dei loro eredi, dove designa un aspetto del Dao, descrive il naturale fluire delle “diecimila entità e processi” nel mondo ed è alla base della condotta ideale del saggio. Nel pensiero della Cina antica, altri termini che si intersecano all’idea di ordine cosmico sono tian 天 (“cielo”), li 理 (“principio”) e qi 氣 (“soffio/energia vitale”). Nelle arti tradizionali, infine, il paesaggio naturale è indicato dal binomio shanshui 山水 (lett. “monti e acque”).

Leggi il contributo di Ester Bianchi su sinosfere.com...

Data: 29 Novembre 2019

Confronti - Fede e religione

 

Confronti - Fede e religione di Fulvio Ferrario, Professore di Teologia sistematica e Decano della Facoltà valdese di teologia di Roma

 

Un secolo fa, il teologo evangelico svizzero Karl Barth presenta, in un libro che lo renderà famoso, un progetto che appare a molti rivoluzionario, anche se, in realtà, non è privo di precedenti. Barth osa riprendere, da un punto di vista teologico, la critica alla religione e alla chiesa – di fatto esistente – svolta nell’Ottocento dai grandi profeti dell’ateismo, in particolare Feuerbach e Marx.

Com’è noto, costoro sostengono che la religione è una proiezione del desiderio umano: di vita, di potere, di immortalità. Tale desiderio produce la credenza nel divino, che è costruito a immagine e somiglianza dell’umano, e non viceversa.

Continua a leggere Fede e Religione di Fulvio Ferrario su Confronti...

Data: 21 Maggio 2019

Corso online "Philosophy of Religion" - Oxford University

L'università di Oxford attiverà il corso online  "Philosophy of religion"

Periodo:
da mercoledì 26 settembre 2018 
a venerdì 7 dicembre 2018

Il corso è in lingua inglese

Visita il sito del corso

 

Programme details

The areas you will cover in this course are:

  • Introduction – Reason and the Philosophy of Religion.
  • The Concept of God: An introduction to the classical theistic concept of God as a being who is necessarily personal, transcendent, immanent, omnipotent, omniscient, eternal, perfectly free, perfectly good, and necessary; and non-essentially creator of the world and value; revealer of Himself; and offerer of everlasting life. A detailed discussion of each of these properties and the philosophical issues that they raise with a view to determining the overall coherence (or lack of it) and simplicity (or lack of it) of the classical theistic concept of God.
  • Arguing For and Against the Existence of God: A discussion of whether or not belief or the absence of belief in such a God might be the sort of thing that does not rationally require argument and, if not, what the criteria for a good argument for or against such a God’s existence might be. A discussion of the main arguments for and against the existence of God: the Argument to Design; the Cosmological Argument; the Ontological Argument; the Argument from Religious Experience; and the Argument from Apparent Miracles.
  • Conclusion: A discussion of the nature and role (if any) of faith and Pascal’s Wager. An opportunity for each student to discuss what (if anything) he or she feels he or she has gained from the course.

Fees

EU Fee: £270.00
Non-EU Fee: £295.00

Data: 14 Settembre 2018

Filosofia delle religioni moderne e contemporanee

Alberto Melloni (a cura di), Dizionario del sapere storico-religioso del Novecento, Bologna: Il mulino, 2010.

Anno pubblicazione: 
2010
Numero di pagine: 
14
Autore: 
Andrea Aguti
Data: 12 Giugno 2018