Ebraismo

Contenuti correlati a "Ebraismo"

La cultura in Israele: un lusso superfluo?

La cultura in Israele: un lusso superfluo? Una storia di scelte, tra influenze d’Europa e d’Oriente

 

Durante una delle sue conversazioni con David Ben Gurion, il pittore Marc Chagall cercò di convincere il fondatore di Israele dell’importanza della cultura in un’epoca in cui la priorità assoluta del movimento sionista e del giovane Stato di Israele era di creare una nazione di soldati-agricoltori.

 

Continua a leggere su mosaico-cem.it...
 

Data: 14 Settembre 2020

Di che storia si tratta? Tre lezioni sulla Shoah

corso “Di che storia si tratta? Tre lezioni sulla Shoah”

Corso di aggiornamento rivolto a insegnanti di religione cattolica delle scuole di ogni ordine e grado della Diocesi di Vicenza, organizzato dall’Ufficio Diocesano per l’IRC in collaborazione con la Fondazione CDEC di Milano. Ogni incontro prevede 90 minuti di lezione e 30 minuti di dialogo con i presenti.
10 – 17 – 24 SETTEMBRE 2020 I ORE 15.00/17.00 - SEMINARIO VESCOVILE DI VICENZA (SALA ACCADEMICA)

 

Scopri il programma degli appuntamenti su cdec.it...
 

Data: 08 Settembre 2020

Il 16 ottobre negli occhi di Giacomo Debenedetti

Il 16 ottobre negli occhi di Giacomo Debenedetti

 

Un libro difficile da classificare, precoce e coraggioso, in un momento in cui di Memoria si parlava ancora poco. Un’opera che è sia letteratura sia storia, capace di creare un ponte tra le due e raccontare una delle pagine più buie del Novecento italiano: la deportazione nazifascista degli ebrei romani del 16 ottobre 1943. A raccontare la tragicità di quell’evento, Giacomo Debenetti nel suo 16 ottobre 1943: un testo fondamentale per capire cosa fu quell’episodio nella memoria dell’ebraismo della Capitale e non solo, nella memoria storica del paese, spiega la storica Anna Foa nell’ultima puntata della rubrica “pagine e storia”.

 

Ascolta il podcast su moked.it...
 

 

Data: 31 Agosto 2020

La diaspora ebraica svelata dalla cartoline

La diaspora ebraica svelata dalla cartoline

 

Inusuale, fare storia attraverso una collezione di cartoline illustrate. Soprattutto con un soggetto etno-religioso difficile come ebrei ed ebraismo. La cartolina, nel comune senso del termine, non è un documento semplice da maneggiare: nasce solo nel 1870, diventa di gran moda all’inizio del Novecento, ma un secolo dopo è quasi morta, come l’antica arte di scrivere lettere a mano, sostituite dai social e dalla tecnologia. Se poi il tema dell’illustrazione è un gruppo religioso, come quello ebraico, che addirittura tramanda e si attiene al precetto di «non farsi immagine alcuna», la faccenda diventa assai delicata: sono cartoline a tema ebraico che però non vengono dal mondo ebraico, furono stampate a scopi commerciali e per rispondere a curiosità o a richieste di esotismo culturale, che l’intellettuale arabo-protestante-americano Edward Said ha stigmatizzato e classificato come “orientalismo”.

 

Continua a leggere su avvenire.it...
 

Data: 31 Agosto 2020

Corso didattica della Shoah

Call aperta per corso didattica della Shoah

Il Centro Olga Lengyel Institute (TOLI) in partnership con Intercultural Institute of Timisoara, col supporto del Council of Europe organizza “Learning from the Past – Acting for the Future Teaching about the Holocaust and Human Rights”, un corso on line in didattica della Shoah ed educazione ai diritti umani della durata di 11 settimane (dal 21 settembre al 4 dicembre 2020) riservato a 40 docenti delle scuole secondarie di primo e di secondo grado dei Paesi membri del Consiglio d’Europa, docenti che non abbiano ancora frequentato i seminari organizzati da TOLI.
Il corso sarà interamente in lingua inglese.

 

Scopri di più su cdec.it...

Data: 24 Agosto 2020

La leggenda siriaca del muro di Alessandro

Seminari alta scuola – La leggenda siriaca del muro di Alessandro: ideologia apocalittica nelle relazioni bizantino-sasanidi all’epoca di Giustiniano

 

14 e 15 settembre 2020, Bologna, 09.00-18.00

La cosiddetta Leggenda Siriaca di Alessandro (Neṣḥānā d-Aleksandrōs) è un testo apocalittico in lingua siriaca contenente la più antica attestazione del famoso motivo del muro di Alessandro contro Gog e Magog. Nel corso degli ultimi decenni questo testo ha ricevuto una considerevole attenzione in ambito accademico, soprattutto in ragione della sua importanza per comprendere le origini di due diversi (ma forse non del tutto estranei) fenomeni letterari della fine del mondo tardo antico
 

 

Continua a leggere su fscire.it...
 

Data: 18 Agosto 2020

Nuovo cinema ebraico e israeliano 2020

Nuovo cinema ebraico e israeliano 2020

Dopo il Toronto Jewish Film Festival e altri festival cinematografici internazionali, anche la nostra rassegna approderà nelle sale virtuali del web, offrendo la possibilità di vedere film selezionati e in prima visione assoluta, superando così distanze fisiche e disponibilità di posti in sala.
Dalla piattaforma online della Fondazione Cineteca Italiana, sarà possibile partecipare all’evento da qualunque località sul territorio nazionale.

Continua a leggere su cdec.it...
 

Data: 18 Agosto 2020

Lilith: la libertà della prima donna creata da Dio

Lilith: la libertà della prima donna creata da Dio

La leggenda di Lilith, demone-femmina, possiede un’ampia letteratura diffusa sia in epoca antica, medievale e moderna. Questo mito affonda le sue origini nella religione mesopotamica e nei primi culti di quella ebraica che, insieme ad altri miti come ad esempio quello del diluvio universale, potrebbe averlo appreso dai babilonesi durante la prigionia degli ebrei a Babilonia.

Continua a leggere su Il chiasmo, magazine di treccani.it...

 

Data: 10 Agosto 2020

Francia: danneggiato il ritratto di Simone Veil dipinto da C215

Francia: danneggiato il ritratto di Simone Veil dipinto da C215

Il ritratto dell’ex ministro Simone Veil, dipinto dall’artista Christian Guémy – noto come C215 – è stato nuovamente degradato. L’affresco si trova in rue d’Ulm, nel 5 ° arrondissement di Parigi, a poche centinaia di metri dal Pantheon.

Continua a leggere su mosaico-cem.it...
 

Leggi anche "Una Rete contro i discorsi d'odio" su gariwo.net...
 

 

Data: 04 Agosto 2020

La Arendt e il ritratto di Rahel Varnhagen

La Arendt e il ritratto di Rahel Varnhagen

“Che storia! – Sono una profuga dall’Egitto e dalla Palestina e trovo qui aiuto, amore e cura da parte Vostra! Con entusiasmo sublime penso a questa mia origine e alla trama del destino in cui si uniscono le più lontane distanze di spazio e di tempo: le più antiche memorie del genere umano, allo stato più recente delle cose. Quello che, per tanto tempo della mia vita, è stata l’onta più grande, il più crudo dolore e l’infelicità, essere nata ebrea, non vorrei mi mancasse ora a nessun costo”. Con queste parole di Rahel Varnhagen, Hannah Arendt decide di aprire la sua prima e unica biografia dedicata proprio alla Varnhagen, scrittrice ebrea berlinese vissuta a cavallo tra la fine del Settecento e gli inizi dell’Ottocento

Ascolta il podcast su moked.it...
 

Data: 28 Luglio 2020