Chiesa cattolica

Contenuti correlati a "Chiesa cattolica"

Tentazione

Tentazione

 

Non ha mancato di suscitare polemiche la notizia che a breve anche la liturgia adotterà una nuova traduzione del Padre nostro. A Messa diremo quindi «Non abbandonarci alla tentazione, ma liberaci dal male» (Matteo 6,13), al posto del tradizionale «Non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male» che abbiamo imparato fin da piccoli. Il cambiamento avverrà per fasi: molte diocesi hanno deciso di adottare la nuova versione del messale in lingua italiana, che contiene diversi cambiamenti, tra cui quelli al testo del Padre nostro, a cominciare dall’inizio del nuovo anno liturgico (29 novembre, prima domenica di Avvento). La “novità” diventerà obbligatoria a partire dalla Pasqua 2021 (4 aprile).
Se i critici presentano questa decisione come un abbandono della tradizione, una più attenta riflessione ci fa invece scoprire che la nuova versione rende meglio il senso dell’originale greco, mentre quella vecchia rischia di essere fuorviante: potrebbe portare a pensare che Dio si compiaccia di spingere al male. Ma che cosa realmente significa l’ultima richiesta della preghiera insegnata da Gesù? In che cosa consiste la tentazione di cui parla?

 

Continua a leggere su aggiornamentisociali.it...
 

 

Data: 24 Novembre 2020

Cattolici e protestanti contro l'antisemitismo

Cattolici e protestanti tedeschi insieme contro l'antisemitismo

 

Le principali chiese protestanti e cattoliche della Germania hanno annunciato piani per una campagna da lanciare nel gennaio 2021 al fine di incoraggiare i cristiani a prendere una posizione chiara contro l'aumento dell'antisemitismo, riconoscendo che ha anche radici cristiane.

«Deve essere chiaro che l'antisemitismo è un peccato e contraddice tutto ciò che il cristianesimo rappresenta», ha detto il vescovo Heinrich Bedford-Strohm, presidente del consiglio della Chiesa evangelica in Germania (Ekd), in un videomessaggio in una conferenza stampa a Berlino presentando la campagna.

 

Continua a leggere su riforma.it...
 

Data: 24 Novembre 2020

L’esercizio della libertà religiosa sul lavoro

“L’esercizio della libertà religiosa sul luogo di lavoro. Una ricerca fra diritto e psicologia sociale”

Presentazione del lavoro di ricerca - 17 novembre 2020, ore 15

 

L’iniziativa si colloca nell’ambito del progetto di ricerca ORaTe Organizzazione del lavoro e Tutela dell’identità religiosa finanziato come progetto competitivo per ricercatori a tempo determinato (RTD) dell’Università di Firenze bando 2020-2021

 

Scopri come partecipare su olir.it...
 

Data: 16 Novembre 2020

Il Patto educativo globale

Il Patto educativo globale, speranza per il futuro

 

Lo scorso 13 ottobre si è svolta presso la Pontificia Università Antonianum di Roma, la tavola rotonda «Il villaggio dell’educazione», che si inserisce nel dibattito sul Patto educativo globale promosso da Papa Francesco nel suo «Messaggio per il lancio del patto educativo» del 12 settembre 2019. La tavola rotonda, curata dall’università Lumsa e dalla Pontificia Accademia Mariana, ha visto fra i relatori: padre Cecchin, o.f.m., presidente della Pontificia Accademia Mariana Internazionale; padre Vidales, o.f.m, rettore della stessa università francescana; l’arcivescovo Zani, segretario della Congregazione per l’educazione cattolica; i ministri italiani Manfredi (Miur) e Bonetti (Pari opportunità e famiglia); De Palo (Forum famiglie); il dottor d’Andrea (Rondine - Cittadella della pace); il presidente del CdA della Lumsa, il cardinale Lajolo; il Segretario Generale della Grande Moschea di Roma di Roma, Abdlellah Redouane; l’imam della Grande Moschea di Roma, Nader Akkad e il sindaco di Roma, Raggi. A coordinare l’incontro, don Giovanni Emidio Palaia, docente di Teologia morale all’università Lumsa di Roma

 

Continua a leggere su osservatoreromano.va...
 

Data: 19 Ottobre 2020

Giornalisti e comunicatori cristiani contro l’hate speech

Giornalisti e comunicatori cristiani contro l’hate speech

 

L’Associazione Mondiale per la Comunicazione Cristiana ha diramato il suo nuovo rapporto dedicato al contrasto dell’odio online
In occasione della conferenza stampa di presentazione (avvenuta il 13 ottobre) il pastore Arni Danielsson, a capo della comunicazione della Federazione luterana mondiale (Flm), ha definito questo nuovo strumento «un lavoro meticoloso e prezioso perché evidenzia l’impegno delle chiese nello spazio pubblico».
Il Rapporto, curato dalla Wacc Europea, s’intitola «Abbattere i muri e le divisioni nei social media. Una guida per individui e comunità per affrontare l’odio online».

 

Continua a leggere su riforma.it...
 

Data: 19 Ottobre 2020

Cina e Vaticano

Cina e Vaticano a due anni dall’accordo sulla nomina dei vescovi
Intervista a Francesco Sisci, docente della Renmin University di Pechino

 

Lo scorso 22 settembre sono trascorsi due anni dalla firma dell’accordo provvisorio sino-vaticano sulle nomine episcopali. Da allora il dialogo tra il governo cinese e la Santa Sede ha portato al riconoscimento congiunto di nove vescovi, mentre le relazioni bilaterali hanno intrapreso un processo di normalizzazione culminato lo scorso febbraio nell’incontro tra il ministro degli Esteri cinese Wang Yi e monsignor Paul Richard Gallagher, segretario per i Rapporti con gli Stati della Santa Sede, in occasione della Conferenza sulla sicurezza di Monaco 2020. Non sono stati due anni facili.

 

Continua a leggere su atlante il magazine di treccani.it...
 

 

Data: 19 Ottobre 2020

Percorso di amicizia e di dialogo

Percorso di amicizia e di dialogo

 

«Dimostrare e comunicare che il dialogo tra cristiani e buddisti è possibile», un dialogo che da seme che era durante il Concilio Vaticano II è diventato oggi un albero, permettendo di passare dalla paura all’amicizia, dalla diffidenza alla fiducia: questo è l’intento del libro intitolato Costruire una cultura di compassione (Città del Vaticano, Urbaniana university press, 2020, pagine 375, euro 18), una raccolta di saggi pubblicati dal Pontificio consiglio per il dialogo interreligioso in occasione del venticinquesimo anniversario del primo messaggio indirizzato da Giovanni Paolo II ai buddisti di tutto il mondo per la festa di Vesakh, durante la quale si commemorano i principali avvenimenti della vita di Buddha. Lo spiega a «L’Osservatore Romano» il segretario del dicastero, monsignor Indunil Janakaratne Kodithuwakku Kankanamalage, che è stato incaricato dell’elaborazione del volume il cui titolo riprende un’espressione usata da Papa Francesco durante il suo viaggio apostolico in Thailandia e in Giappone, rivolgendosi al patriarca supremo dei buddisti nel Wat Ratchabophit Sathit Maha Simaram Temple, a Bangkok, il 21 novembre 2019.

 

Continua a leggere su osservatoreromano.va...
 

Data: 12 Ottobre 2020

Un’enciclica che nasce dal dialogo interreligioso

Un’enciclica che nasce dal dialogo interreligioso

 

«Da una crisi si esce o migliori o peggiori. Dobbiamo scegliere noi», ha affermato Papa Francesco durante l’udienza generale del 2 settembre. A un mese di distanza da quest’appello, il Santo Padre offre con Fratelli tutti una bussola per navigare nelle acque agitate nella pandemia. Ma la nuova enciclica non è solo una risposta all’epocale emergenza sanitaria. Come spiega lo stesso Pontefice, le «questioni legate alla fraternità e all’amicizia sociale» sono sempre state tra le sue «preoccupazioni». Momento forte di tale attenzione è stata nel febbraio del 2019 la presentazione ad Abu Dhabi della Dichiarazione sulla Fratellanza umana, redatta e firmata con Ahmad al-Tayyeb, Grande Imam della moschea-università al-Azhar del Cairo.

 

Continua a leggere su oasiscenter.eu...
 

Data: 12 Ottobre 2020

I “nuovi accordi” Stato-confessioni in Italia

I “nuovi accordi” Stato-confessioni in Italia tra bilateralità necessaria e diffusa

Contributo di Fortunato Freni Professore ordinario di Diritto ecclesiastico e canonico nell’Università degli Studi di Messina, Dipartimento di Giurisprudenza.

 

Con l’Accordo tra Stato e Chiesa cattolica del 1984, si è iniziata a stipulare, ai sensi degli artt. 7 e 8 Cost., una serie di intese tra il Governo italiano e le rappresentanze di alcune confessioni religiose, dando vita alla cosiddetta stagione dei “nuovi accordi”.
Questa espressione sta a significare che l’Italia repubblicana ha rinunciato all’uso dei cosiddetti pacta unionis - quali erano i Patti lateranensi che lo Stato aveva stipulato nel 1929 con la Chiesa cattolica per accordare a quest’ultima un trattamento di favore rispetto agli altri culti - e ha introdotto l’uso dei cosiddetti pacta libertatis et cooperationis. Tali “nuovi accordi”, pur disponendo normative particolari per le varie confessioni che le stipulano, lungi dal costituire discipline privilegiarie, devono consentire una fattiva cooperazione democratica tra le comunità spirituali e le istituzioni civili, finalizzata a un più ampio dispiegamento delle libertà sancite dalla Costituzione a tutela della dignità umana (principio di cooperazione), con i limiti e le garanzie previsti nella stessa Carta fondamentale.

 

Scarica il documento su statoechiese.it...
 

 

Data: 14 Settembre 2020

Missionaria con gli speroni

Missionaria con gli speroni

Quando l’arcivescovo di Santa Fe, Michael Jarboe Sheehan, nel 2015 annunciò di aver ricevuto dal Vaticano il nulla osta all’apertura della causa di beatificazione, i cattolici del Nuovo Messico fecero festa. In Italia però in pochi prestarono attenzione a una storia umana che sul finire del XIX secolo aveva catturato l’attenzione della stampa americana: la storia di una ragazza che aveva scelto di servire Dio tra i pionieri delle terre del West. E che era entrata nel mito della Frontiera americana.

Continua a leggere su osservatoreromano.va...
 

Data: 10 Agosto 2020