Egitto: libertà di culto, un paziente cammino

In Egitto l’effettiva libertà di culto è un paziente cammino
Piccoli spiragli per i cristiani in Egitto. Sale a 1800 il numero di chiese e edifici ecclesiastici “condonati” dal governo egiziano

L’Egitto a lenti passi verso un’effettiva libertà di culto. Nei decenni scorsi, molte chiese e cappelle erano state costruite in tutto il territorio egiziano. In maniera spontanea. Senza tutte le dovute autorizzazioni. Ancora oggi tali edifici, tirati su dalle comunità cristiane locali senza permessi legali, sono al centro dell’attenzione. Continuano di tanto in tanto, infatti, ad essere utilizzati come pretesto dai gruppi islamisti per fomentare violenze settarie.

 

Continua a leggere su interris.it...
 

Data Creazione:
Mer, 06/01/2021 - 00:05